Dottoressa Marta Spagnolini

Ricercatore Associato e Terapeuta Ufficiale del Centro di Terapia Strategica di Arezzo

Chi sono
CV
Sono Ricercatore Associato e Terapeuta Ufficiale del Centro di Terapia Strategica di Arezzo, diretto dal Prof. Giorgio Nardone. Iscritta all'Albo degli Psicologi della Regione Lombardia (n. 14472) e abilitata all'esercizio della Psicoterapia (art. 3 L.56/89). Docente del Centro di Terapia Strategica, a seguito del corso Formazione Formatori. Oltre all'attività clinica rivolta al singolo e alla coppia, sono anche docente nella scuola primaria dove svolgo attività didattica e mi occupo di prevenzione contro i fenomeni di bullismo e cyberbullismo.

Curriculum formativo e professionale

  • Dopo aver conseguito la Laurea in Psicologia (indirizzo Clinica e Neuropsicologia) nel 2008 presso l'Università degli studi di Milano-Bicocca, ho svolto il mio tirocinio annuale post-lauream presso la Cooperativa CREA, dove mi occupavo di inserimento lavorativo con pazienti psichiatrici. Ho lavorato inoltre come coordinatrice presso le residenzialità leggere dell'Azienda Ospedaliera Niguarda Ca' Granda (MI).
  • La mia passione per la clinica mi ha portata nel 2009 ad avvicinarmi al modello del Centro di Terapia Strategica di Arezzo, diretto dal prof. Giorgio Nardone. Così, appassionandomi al modello evoluto di terapia breve strategica, ho maturato la decisione di frequentare un Master di secondo livello in psicologia clinica strategica. Successivamente è arrivata la decisione di iscrivermi alla scuola quadriennale di Psicoterapia Breve Strategica ad Arezzo, con la specializzazione nel 2015. Essere stata formata direttamente dal Prof. Giorgio Nardone ha rappresentato per me una grande opportunità, grazie alla quale ho potuto conoscere e sperimentare l’utilizzo del Modello Evoluto della Terapia Breve Strategica attraverso la sua applicazione e sotto la diretta supervisione del Professore.
  • Durante la mia formazione in Psicoterapia ho svolto il tirocinio di Specializzazione presso l'Ospedale San Carlo Borromeo somministrando test per la valutazione neuropsicologica di pazienti adulti, geriatrici e traumatizzati cranici. Ho seguito inoltre colloqui con famiglie adottive all'interno del programma innovativo sulle adozioni internazionali.
  • Partecipo regolarmente alle supervisioni e agli aggiornamenti clinici organizzati dal Centro di Arezzo e riservati ai terapeuti affiliati.
  • Oltre all'attività clinica, sono anche docente nella scuola primaria dove svolgo attività didattica e mi occupo di prevenzione contro i fenomeni di bullismo e cyberbullismo.
Attività
Psicoterapia individuale e di coppia
Psicoterapia e trattamento di disturbi
Età evolutiva e nell’adolescenza
Formazione nei contesti educativi
Attività di ricerca
Per la messa a punto di protocolli e manovre di intervento terapeutico
Il mio modello
"Per quanto una patologia possa essere sofferta, complicata e persistente da anni, non è detto che la soluzione terapeutica debba essere altrettanto sofferta e prolungata nel tempo".
[ Paul Watzlawick ]

Il Centro di Terapia Strategica di Arezzo (C.T.S.) è stato fondato nel 1987 da Giorgio Nardone e Paul Watzlawick quale Istituto di ricerca, training e attività clinica. Utilizzando e sperimentando come criterio di ricerca i costrutti di fondo del modello di Terapia Breve del Mental Research Institute, nasce il Modello Evoluto di Giorgio Nardone riconosciuto come Modello di Terapia Breve Strategica. Tale modello propone l'utilizzo di protocolli specifici di trattamento tramite i quali è possibile curare velocemente ed efficacemente le più invalidanti e persistenti forme di patologia di ordine psicologico e relazionale. Conoscere il problema attraverso la sua soluzione, anziché ricercare il “perché” esista il problema, é la metodologia di “ricerca-intervento” che contraddistingue il Modello della Terapia Breve Strategica.
Il costrutto operativo centrale è quello di “tentata soluzione che alimenta il problema” formulato dal gruppo di ricercatori del MRI (Mental Research Institute) di Palo Alto nel 1974, evolutosi in seguito in quello di sistema percettivo-reattivo da Giorgio Nardone e che identifica tutto ciò che è messo in atto dalla persona e/o dal sistema intorno alla persona per gestire una difficoltà e che, reiterato nel tempo, mantiene e alimenta la difficoltà conducendo alla strutturazione di un vero e proprio disturbo.
Mission
Una delle peculiarità che distinguono la Terapia Breve Strategica dalle forme tradizionali di psicoterapia è che permette di sviluppare interventi basati su obiettivi prestabiliti e sulle caratteristiche specifiche del problema in questione, anziché su teorie rigide e precostituite. Inoltre ogni tipo di patologia è concepita come un equilibrio disfunzionale da trasformare in funzionale. Per fare ciò, dalla seconda metà degli anni Ottanta presso il Centro di terapia strategica di Arezzo, vengono realizzati protocolli di trattamento specifici per gran parte delle forme di disturbo psicologico e comportamentale.
L’efficacia e l’efficienza delle strategie e degli stratagemmi terapeutici costruiti ad hoc per le differenti patologie e la loro replicabilità hanno condotto poi ad avere una conoscenza effettiva ed empirica del funzionamento di tali equilibri disfunzionali. Tutto ciò spiega l’affermazione apparentemente paradossale: le soluzioni spiegano i problemi.
Servizi
Consulenza e sostegno psicologico
"Se non provi a fare qualcosa di diverso da ciò che sai già fare, non crescerai mai".
[ Ralph Waldo Emerson ]

La consulenza psicologica è una specifica modalità di intervento dello psicologo che lavora in un percorso di alcuni incontri per definire la problematica portata dal soggetto e, con essa, le possibili risorse nell’affrontarla. Lo psicologo non da soluzioni, ma mette il soggetto nella condizione di poterle pensare. La consulenza psicologica è lo spazio-tempo in cui è possibile accogliere la problematica portata dalla persona, identificare alcune connessioni fra il problema specifico e il più ampio contesto di vita e individuare insieme le risorse per poter raggiungere gli obiettivi desiderati.
Approccio strategico in psicoterapia
"La terapia dovrebbe essere sempre adattata al paziente e non il paziente adattato alla terapia".
[ Milton H. Erikson ]

La Terapia Breve Strategica è un approccio terapeutico che ha come scopo fondamentale la soluzione di problemi psicologici attraverso l’applicazione di strategie e protocolli di trattamento specifici per i vari disturbi. Si tratta di un intervento breve, mira cioè adagire efficacemente sul problema entro un numero ridotto di sedute (solitamente al di sotto delle 20), arrivando a produrre effetti benefici e di cambiamento radicale e duraturo. La terapia breve strategica, dunque, a differenza di altri approcci terapeutici, si concentra su come funziona il problema, quali sono gli elementi che mantengono i sintomi per intervenire attivamente su di essi e rompere il circolo vizioso alla base della sofferenza psicologica. L’aspetto rivoluzionario dell’approccio breve strategico è il basarsi su logiche non ordinarie, utilizzando stratagemmi che consentono di superare le difficoltà che la ragione spesso non è in grado di affrontare.
Disturbi trattati
"Non trovare la colpa, trova il rimedio".
[ Henry Ford ]

  • Disturbi fobici e ansiosi - Persistenti, irragionevoli e intense paure relative a situazioni, circostanze od oggetti specifici che invalidano la vita di tutti i giorni.
  • Disturbi ossessivi e ossessivo-compulsivi - I primi riguardano pensieri, immagini o impulsi che si presentano alla mente contro la propria volontà, ripetutamente e generando profondo disagio soggettivo. I disturbi ossessivo-compulsivi invece prevedono la messa in atto di azioni specifiche (compulsioni) per alleviare momentaneamente il disagio che provocano i pensieri ossessivi stessi.
  • Disturbi dell'umore - Insieme di disturbi nei quali il soggetto vive una grave alterazione patologica del tono dell'umore che porta marcato disagio psicologico e problematiche nel funzionamento sociale e relazionale.
  • Disturbi dell'infanzia e dell'adolescenza - Dfficoltà con esordio nelle prime fasi dello sviluppo della persona. Generalmente implicano una compromissione del funzionamento personale, sociale, scolastico o lavorativo. Disturbi correlati ad eventi traumatici o stressanti: categoria di disturbi connessa alla sofferenza psicologica che segue l’esposizione a un evento traumatico o stressante.
Blog
L`amore trova sempre la sua strada...
Riflessioni in tempi di Coronavirus
Gallery
Contattami
Dichiaro di aver letto e di accettare i termini e le condizioni
Titolo
Dottoressa Marta Spagnolini
Psicologa Psicoterapeuta
P.IVA: 02313470037
Via Privata Cesare Battisti 3
20023 CERRO MAGGIORE (MI)
Tel: 340 1613789
Email: info@martaspagnolini.it
marta.spagnolini@gmail.com
Via Nicola D`Apulia 13
20125 MILANO (MI)
Tel: 340 1613789
Email: info@martaspagnolini.it
marta.spagnolini@gmail.com